I risultati attesi

Realizzazione di formulazioni di compositi epossidici e poliuretanici a base di fibre naturali funzionalizzate ed altri additivi in grado di conferire proprietà importanti ai fini dell’applicazione in bioedilizia, e che siano stampabili attraverso un processo di stampa 3D.

Realizzazione di un dimostratore industriale per stampaggio tridimensionale di compositi di fibre naturali. Il dimostratore dovrà comprendere: 1) un miscelatore a vite nel quale vengano immessi opportunamente i vari componenti che possano essere contemporaneamente miscelati ed avviati allo stampaggio; 2) teste di estrusione che consentano lo stampaggio di forme predefinite. Tali teste dovranno poter essere intercambiabili ed alternabili in modo da garantire la loro un processo sostanzialmente continuo di stampaggio.

Una testa mobile alimentata tramite tubazioni flessibili riscaldate, in grado di disegnare le geometrie progettate affinché il manufatto rispetti tutti i requisiti degli involucri edilizi ad alta efficienza.

Manufatti che rispettino i requisiti termici, acustici, strutturali, eco compatibilità e fuoco/fumi già discussi in precedenza e test certificati dei prototipi che ne verifichino il rispetto dei requisiti obiettivo.

 

I prototipi degli impianti